Come conoscere una filippina

Qui in Italia c’è una numerosa comunità di filippini e solo a Roma ce ne sono più di 50000.

Tuttavia conoscere una filippina qui in Italia non è semplice: il motivo principale è il fatto che i filippini sono in genere una comunità molto chiusa e, soprattutto nelle grandi città tipo Roma o Milano dove ce ne sono decine di migliaia, tendono ad associarsi soprattutto tra loro.

La loro principale forma di svago sono i grandi raduni per soli filippini (che spesso sono imparentati tra loro o vengono dalla stessa provincia delle Filippine) in case private o in qualche locale preso in affitto.

Gli unici italiani che vengono invitati a questi raduni sono o sposati con un componente la comunità filippina o qualcuno che ha rapporti di lavoro con loro.

Difficilmente una ragazza o una donna filippina se ne va in giro da sola per locali per “rimorchiare” un italiano.

Io ho conosciuto mia moglie per puro caso perché un filippino che frequentavo nel contesto del mio lavoro mi aveva invitato a un loro raduno.

Quindi la cosa migliore è frequentare ambienti o situazioni dove si può entrare in contatto con filippini tipo associazioni di volontariato o ambienti di lavoro dove ci sono filippini (nell’ambito ospedaliero ad esempio lavorano molte infermiere filippine).

Un’altra possibilità di conoscere una filippina è tramite pagine sui social network dedicate a “incontri” tra filippine in cerca di un occidentale (anche 30 o 40 anni più vecchio) e occidentali separati, vedovi o divorziati in cerca di una giovane asiatica.

Pur non volendo giudicare, personalmente sono un po’scettico su questo genere di incontri che spesso portano a formare quella che S. Covey chiama una “co-dependent relationship” o relazione co-dipendente dove l’uno dipende dall’altra e viceversa ed è quindi una relazione basata sul ricevere che va contro l’ABC delle relazioni che funzionano che è il principio in base al quale si entra in una relazione per dare e non per ricevere.

Un’altra scorciatoia facile per trovare una filippina da sposare è fare un viaggio nelle Filippine entrando in qualche bar o club dove è molto facile che uno straniero che viene percepito come “ricco” venga abbordato da una giovane filippina in cerca di un visto d’ingresso in un paese più ricco (quello che magari può risultare meno facile è superare gli ostacoli burocratici per sposarla nelle Filippine e farle avere il visto per venire in Italia).

Il problema è che non è solo la ragazza a cercare una sistemazione ma è l’intera famiglia estesa ad aspettarsi di essere mantenuta dal coniuge occidentale “ricco”.

Tenete presente che per il filippino medio che vive nelle Filippine occidentale significa ricco anche se l’occidentale viene dall’Albania o la Grecia. Un mio amico serbo scappato dalla guerra civile nella ex Jugoslavia ha sposato una filippina in Italia e nelle Filippine i parenti di lei gli chiedevano insistentemente soldi anche se lui veniva da un paese forse più povero delle Filippine!

Queste sono alcune delle cose da tenere in mente se si ha intenzione di conoscere una filippina.

Il mio consiglio è di conoscerne una che già vive all’estero e che sia già economicamente autosufficiente in modo da evitare di trovarsi in una relazione di “co-dipendenza”.

Poi ognuno è libero di fare le proprie scelte.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s